Intagliatori in legno della Val Gardena

      Prinoth Luca  +39 348 2201754
Maestro scultore, esporazione, arte anche in grandezza naturale  E-mail: info@prinoth.bz

I primi scultori della valle

Fra uno dei primi scultori gardenesi ricordiamo il conosciuto Christian Trebinger, che visse a San Giacomo, una frazzione di Ortisei. Ques┤ultimo scolpÝ all┤inizio sopratutto cornici per quadri e decorazioni per orologi. Da questa famiglia parte la tradizione dell┤ intagliatore-decoratore.
Come precursore per la costruzzione di altari ricordiamo la dinastia della famiglia Vinazer. Grazie a queste due famiglie di artisti, nacque in molti gardenesi la passione  per l┤artigianato. c. Nel 1700 la cifra degli scultori raggiunse pressa poco 50 appassionati . Col tempo, gli artigiani scultori divennero sempre pi˙ e pi˙,  e i prodotti vennero venduti anche fuori valle.

Giß alla fine del 1700 l┤esportazione dell┤artigianato raggiunse posti come Venezia, Genova, Livorno, Lissabon, Vienna, Graz, Ausburgo, Stoccarda, DŘsseldorf, Colonia e Francoforte. Molti abitanti del posto incominciarono a produrre  ciotoline in legno, le quali vennero vendurte nei comuni pi˙ vicini. Le condizzioni di transporto erano tutt┤altre di quelle d ┤oggi; il tutto venne portato su dei zaini di legno (fiŰrtla da banc) ben caricati e assai pesanti, da Ortisei verso San Pietro fino poi a Laion. Con la fiŰrtla ben piena di piccole sculture e giocattoli in legno i venditori patrivano dalla Val Gardena in primavera per  raggiunti posti lontani come la Francia, la Spagna o il Portugallo. Ritornavano poi con denaro e cose tipiche come stoffe e gioielli. Alla fine del 1900 anche in Val Gardena nacque un nuovo mestiere, quello del pittore d┤arte, nuova fonte di guadagnio per la gente del posto.